I sommelier lombardi insegnano il vino online

Un “Vinoquiz” per mettere alla prova le proprio conoscenze nel mondo del vino: non solo. Se queste sono sufficienti, ecco che si potrà partecipare gratuitamente ad un corso per diventare
sommelier. L’idea – messa giù da Facile Sommelier in collaborazione con l’associazione
di giornalisti Agroambiente e Food Arga Lombardia Liguria – è già disponibile sul web e pertanto può consentire agli appassionati di vino, di sfruttare questo periodo di quarantena per conoscere più approfonditamente il mondo del vino, i vitigni, come abbinarli e servirli, etc.

“Vinoqui”, il primo step propedeutico al vero e proprio corso di formazione, consta di 8 lezioni e 4 video di approfondimento: costa, in totale, 60 euroi. Superato un primo test selettivo (lo si trova a questo link) basta lasciare i proprio contatti, per ricevere i parametri di accesso al corso gratuitamente. Il portale Facile Sommelier – creato dal sommelier Ais Massimo Morelli, si rivolge esclusivamente a maggiorenni. «In un momento di così grave criticità a causa della pandemia da Coronavirus» – spiega Barbara Reverberi, presidente dell’associazione Arga Lombardia Liguria, al Corriere della Sera – abbiamo pensato che anche per i giornalisti del settore food fosse necessario offrire un’occasione di approfondimento edi formazione, a distanza. Com’è nel nostro stile, la formazione è gratuita e vuole aiutare chi è rimasto fermo anche dal punto di vista lavorativo».

Photo credits