Vinoterapia, l’ultima frontiera dei trattamenti di bellezza

Sono ormai noti da tempo i benefici della vinoterapia, basati sulle proprietà antiossidanti dell’uva, che, grazie all’elevato contenuto di polifenoli, contrasta l’invecchiamento e gli inestetismi della pelle.

Il nettare degli dei, quindi, non allieta soltanto il palato, ma anche mente e corpo ed i benefici non si limitano esclusivamente a mantenere la pelle giovane, ma contribuiscono anche a migliorare la microcircolazione sanguigna, a depurare l’organismo, a ridurre il colesterolo e ad ottenere un effetto distensivo, calmante e antistress.

E’ questo alla base della nuova concezione di esperienza e di wellness psico-fisico, che unisce enogastronomia e relax. E’ per rispondere a tali esigenze che le migliori Spa hanno dovuto adeguarsi, allargando la propria offerta: frizioni a base di mosto, massaggio con miele e preziosa uva, immersioni fino al collo in un tino ricolmo di profumato vino.

I migliori esempi li offre il Canada, con la Miraj Hammam Spa, all’interno dello Shangri-La Hotel di Toronto, che offre ai suoi clienti la possibilità di godere di servizi quali “Cabernet Scrub, Honey e Wine Body Wrap”, il trattamento viso “Vinoperfect” con uve fresche, e molti altri lussuosi trattamenti. La Miraj Hammam Spa è uno dei due centri termali in Nord America che collabora con Caudalie Paris, il prestigioso marchio di prodotti a base di estratti d’uva provenienti dai vigneti di Bordeaux in Francia, rinfrescanti, esotici e straordinari per la cura della pelle.

Altro centro benessere da visitare, a pochi minuti dalle Cascate del Niagara, la 100 Fountain spa presso  il Pillar & Post Vintage Hotel, che, su una superficie di 4000 mq, offre servizi beauty e benessere come i trattamenti wine therapy antinvecchiamento, come gli impacchi per il viso e il corpo “Beyond Vino”, che incorporano i generosi frutti della natura con uva, pesche, ciliegie, e prodotti a base di vino e champagne.